Cravatte business

Consigli & informazioni

22.07.2012 23:47 , Klicks: 1998

Lo smoking torna di moda?


Ora, dopo che la pausa estiva è terminata, quando il teatro riprende la propria attività, le scuole di danza annunciano i prossimi balli e il tempo non è più così soporifero, è il momento in cui il guardaroba viene nuovamente riorganizzato. E per molte persone rielaborare il guardaroba significa indossare i lunghi jeans al posto dei pantaloni corti, ciò non esclude che per alcune occasioni è importante mettersi in ghingheri.
 
Eppure non deve sempre essere per forza il frac, il quale se non è indossato per motivi professionali, sarà impiegato solo saltuariamente. Sono passati i tempi in cui si indossava la perfetta cravatta bianca per ogni occasione sociale. Diverso è il discorso per quanto riguarda lo smoking. Anche se sono pochi a rendersene conto: il classico non solo non è del tutto morto, ma sta tornando alla ribalta. D’accordo, difficilmente si organizzano feste in cui il Dress code richiesto espressamente sull’invito riguarda la cravatta bianca (mettiamoci una mano sulla coscienza: nel periodo degli sms e delle e-mail vi è mai capitato di inviare un invito formale?). Proprio mentre i media subiscono un cambiamento, tornano di moda i pezzi di vestiario tradizionali. Anche nei film e in televisione. Anche quando negli anni 80 e 90, nelle occasioni importanti come ad es. gli Oscar  si dava ampio spazio alla creatività, erano poche le stars che si lasciano vedere senza un corretto guardaroba da sera.
 
Inoltre i pezzi di vestiario classici hanno una posizione difficile. La maggior parte dei giovani ospiti di eventi festivi che vengono posti avanti alla scelta tra prendere in prestito uno smoking o comprare un abito nero, preferiscono optare per un abito e, in questo caso, un completo nero a tre pezzi con una cravatta argento o nera, non sempre, può avere un effetto estremamente formale. Anche oggi nessuno l’avrà a male se Lei lo indosserà per un ballo o per la prima di un’opera. Tuttavia, per ogni occasione, ancora più elegante e festivo risulta essere lo smoking. In questo modo ci si riserva la possibilità di esigere il massimo glamour.
 
Ed è qui che viene fuori tutto il fascino dello smoking. Ma non nel senso di uniformarsi in modo troppo tradizionale. La sua classica eleganza dal nero sobrio e bianco è così festiva da renderlo poco adatto per essere indossato nella vita pratica di tutti i giorni. Lo smoking è tutta un’altra cosa rispetto all’abito business e al guardaroba da giorno, tanto da avere la sensazione, quando lo si indossa, di diventare un’altra persona. Chi non riesce a capire vuol dire che non si è mai guardato veramente allo specchio indossando uno smoking.
 
Poiché la ricerca dello splendore e della gloria sta tornando di moda in un periodo economicamente difficile, la maggior parte dei commercianti ha inserito nel proprio assortimento questo pezzo. Da un paio d’anni ha un aspetto completamente diverso. Ebbene sì, oggi non possiamo vedere tutto in un modo estremamente tradizionale. Così ad es. la cravatta nera può essere vista come un’ottima alternativa alla farfalla  nera. Alcuni ospiti preferiscono non indossare la cravatta e scelgono al suo posto una camicia con il collo mandarino.
 
Ma l’arma segreta che ha permesso allo smoking di sopravvivere oltre cento anni è oggi rafforzata, oltre che dal contrasto tra nero e bianco, soprattutto dalla giacca dal taglio che permette di far vedere gran parte della camicia. Proprio per questo motivo bisogna stare molto attenti nella scelta del colore.
Cosa? Quando si dovrebbe indossare questo capo? Per quale motivo si indossa un abito scuro? Sicuramente a un funerale farebbe una pessima figura. Ma lo smoking classico è perfetto per l’Opera. Si stupirà nel vedere lo sguardo meravigliato delle donne e quello invidioso degli uomini in jeans e blazer – e il sorrisetto di coloro che sanno da sempre qual’è l’abbigliamento perfetto.
Quale pullover indossare a lavoro?
La giusta cravatta nel proprio armadio
La cravatta nera